Moduli e integrazioni

Target Cross è il gestionale flessibile e scalabile

Target Cross è l’ERP che meglio si adatta al tuo business.

Un software ERP espandibile attraverso l’integrazione di moduli personalizzati.

logo-target-cross

Il Software gestionale Target Cross è estremamente flessibile e personalizzabile, in grado di adattarsi perfettamente a qualsiasi necessità di Business in ogni settore di impiego.

I moduli principali di Target Cross

Network di commessa
Logistics
Help desk
Produzione avanzata
Certificati di colata
CO.AN Contabilità analitica e Ribaltamenti
IFM Bilancio consolidato
QCROSS Gestione qualità
Agents
Tesoreria
Manutek
Warehouse
Automazione lettori portatili codici a barre Wifi
Paperless
Gestione rifiuti

Network di commessa

Dall’ordine alla consegna, infatti, la commessa attraverso tutte le aree aziendali e definisce, in toto o in parte, le interdipendenze dei processi che costituiscono il sistema azienda.

E` attraverso una buona gestione di queste interdipendenze che si realizza il miglioramento della performance del sistema.

Per questo in aziende che lavorano con una tipologia di produzione a commessa il sistema di pianificazione e controllo diventa il cuore del processo decisionale e strategico.

 

Perché creare un network?

Innanzitutto per approfondire la conoscenza della commessa. In secondo luogo non avrebbe senso parlare di pianificazione se tutti i ragionamenti venissero fatti su un flusso di attività che non rispecchia la realtà della commessa stessa.

 

Network di commessa (di produzione)

E’ la base metodologica di un efficace sistema di pianificazione e di controllo dei costi dei processi produttivi gestiti per commessa/progetto, attraverso la creazione di uno specifico flusso di attività, con il coinvolgimento di tutti coloro che gestiscono attività di commessa (process owner).

Spetta all’applicativo per la gestione del network di commessa supportare tutte le attività necessarie a trasferire la modellazione del network nella gestione operativa della commessa.

L’aggancio procedurale tra la modellazione e la gestione operativa è rappresentato dalla definizione delle attività, che possono essere collegate a qualsiasi livello di distinta/commessa e che possono essere eseguite sin da subito, a prescindere dalla presenza di un ordine di produzione, con la possibilità di caricare i costi direttamente sulle attività, piuttosto che sui cicli.

I capisaldi del modulo sono:

  • Definizione di articoli virtuali per Network di Commessa, utilizzabili a qualunque livello del progetto, senza alcun obbligo di codificare articoli al momento dell’emissione dell’offerta; nel contempo, individuazione delle regole/formule per la codifica automatica degli articoli virtuali utilizzati, una volta dichiarati “completati” dall’ufficio tecnico;
  • Definizione delle classificazioni di costo per progetto, secondo una struttura a due livelli (tipi di classificazioni e costi vari) interamente definibili dall’utente per analizzare costi/ricavi di commessa per macro voci, senza entrare nel dettaglio;
  • Gestione del progetto, con la possibilità di utilizzare/creare in offerta/ordine clienti distinte multilivello, utility di “copia/incolla” di gruppi tra progetti diversi, gestire più indici di revisione dello stesso progetto (solo su offerta), percentuali di ricarico per voci o per totale, possibilità di gestire magazzini di commessa, gestire anche processi extra produttivi e costi indiretti di natura non industriale;
  • Creazione automatica del codice/descrizione commessa;
  • Generazione automatica di ordini fornitori/ordini di produzione/documenti di prelievo da progetto;
  • Finestra riassuntiva, da progetto, per mostrare tutti i documenti collegati e relativa navigazione;
  • Raffronto tra costi preventivi (offerta), preventivi consolidati (ordine) e consuntivi con un’analisi costi sia globale che per livello di distinta, sia per classificazioni che tipi di costo;

Logistics

La logistica di magazzino semplice e multisettoriale.

Campo di applicazione

Target Logistics è il modulo di Target Cross che si propone per la gestione della logistica di magazzino,in un’ottica multisettoriale e, soprattutto, di estrema facilità d’uso.

L’idea è stata quella di realizzare un modulo entry-level, come “garanzia” di uno start-up non particolarmente complesso, da una parte, e di introduzione dell’applicazione anche in aziende con una struttura organizzativa semplificata, dall’altra.

Infatti, consente di implementare sul sistema informativo quelle funzionalità di base che sono presenti qualsiasi sia l’oggetto dello stoccaggio e delle movimentazioni interne.

Si può considerare la soluzione propedeutica a sviluppi futuri in ottica di “localizzazione e mappatura degli spostamenti”.

Il sapere “quando ce n’è” e come “si sta movimentando” è il prerequisito affinché il “dov’è” sia un’informazione utile alla maggiore efficacia delle procedure logistiche.

 

Le funzionalità

Interrogazioni articoli: consultazione giacenze per articolo/deposito/locazione;

Prelievi

  • Prelievo per uscita cliente, a partire da: un ordine cliente – articoli presenti sugli ordini del cliente selezionato – un allestimento;

Invio in c/lavoro

  • Generazione automatica del DDT di invio a partire da un ordine fornitore di lavorazione;

Uscite non pianificate

  • Generazione Ddt di uscita selezionando la causale e l’anagrafica a cui inviare la merce;

Ingressi fornitore

  • Entrata fornitore, a partire da un ordine fornitore o da articoli presenti sugli ordini del fornitore selezionato;

Entrate non pianificate

  • Generazione Ddt di entrata selezionando la causale e l’anagrafica da cui ricevere la merce;

Inventario

  • Rilevazione inventario;

Prelievo

  • Prelievo cliente: viene mostrato la lista degli articoli da prelevare una volta indicato il numero all’allestimento;
  • Invio c/lavoro: viene mostrata la lista degli articoli da prelevare una volta indicato il numero di ordine di c/lavoro;

Carico locazione

  • Ddt fornitore: viene mostrata la lista degli articoli da caricare una volta indicato il numero del Ddt fornitore;
  • Articolo: viene richiesto l’articolo che si vuole caricare sulla locazione;

Trasferimento locazione

  • Possibilità di trasferire un articolo da una locazione all’altra;

Movimenti di magazzino

  • Generazione di documenti di carico/scarico di magazzino;
  • I depositi movimentati sono pilotati dalla causale selezionata;
Requisiti tecnici e software
  • Copertura WiFi dell’intera area logistica;
  • Palmare industriale in radio frequenza (WLan) con sistema operativo che supporti un client RDP;
  • Il modulo Target Logistics è stato implementato  per display 3,5″ 240×320 (un display con diverse dimensioni implica una modifica di tutte le interfacce);
  • Terminal Server installato su una macchina aziendale (server) con numero di licenze pari al numero dei palmari di magazzino;

Per ogni palmare di logistica occorre:

  • Licenza utente Target Cross;
  • Licenza runtime Omnis;
  • Licenza SQL Server;

Help Desk

Il modulo della gestione Help Desk di Target Cross ha lo scopo di fornire agli utenti uno strumento integrato per la gestione dei servizi di assistenza post – vendita quali, ad esempio, chiamate per assistenza e manutenzione, gestione dei contratti annuali di assistenza, delle garanzie, gestione dei servizi accessori, e di prestazioni di servizi  vari.

 

Il Prodotto

Target Cross Help Desk è un modulo per gestire tutti i servizi di assistenza post-vendita, siano essi oggetto di specifici contratti, siano essi erogati nell’ambito delle garanzie dovute, siano essi effettuati su chiamata spot del cliente.

Per ognuno di essi sono definiti sia gli aspetti operativi che le conseguenti costificazioni.

 

Le funzioni applicative
  • Definizione commerciale del contratto di assistenza (costo, durata, pagamento, ratei di fatturazione);
  • Definizione tecnica del contratto di assistenza (prodotti con matricola o senza, gestione delle garanzie, consultazione del venduto, integrazione di prodotti nuovi);
  • Rinnovo contratti con adeguamento del valore in automatico (sull’intero contratto, sui prodotti del contratto, forfettario);
  • Gestione del contratti a monte ore;
  • Gestione delle chiamate dei clienti, con descrizione dell’intervento, agganciato ad un eventuale contratto, assegnazione della chiamata ad un tecnico, rientro di materiale difettoso, in garanzia o per riparazione in laboratorio; gestione dei preventivi su chiamate non sottoposte a contratto o in garanzia;
  • Gestione dei costi della chiamata in automatico (Diritto di chiamata, Costo viaggio, Spesa diaria, Costo orario, Costo orario straordinario);
  • Gestione dell’inventario presso il cliente, con la possibilità di ritiro di materiale da riparare o da rottamare, addebito materiale da sostituire, addebito tempi e spese intervento;
  • Emissione di Ddt e fatturazione automatiche, sia dei contratti di assistenza sia degli interventi.

Produzione avanzata

Dalla tracciatura del flusso produttivo alla gestione dei correttivi, attraverso l’esternalizzazione delle attività.

Ambito di applicazione

La complessità del processo produttivo è, innanzitutto, funzione diretta della complessità delle fasi di pianificazione (e della loro traduzione/gestione operativa).

Data la complessità del problema, i diversi decisori e il lungo ed articolato orizzonte temporale nel quale si dispiega, il processo di pianificazione si realizza normalmente per successive approssimazioni:

a . piano a lungo termine, con un notevole livello di aggregazione dei dati/vincoli;

b . piani successivi con orizzonti temporali via via più approssimati, e maggior dettaglio.

Le metodiche/strumenti di un piano di produzione sono:

  • MPS (Master Production Schedule)
  • MRP (Material Requirement Planning)
  • Inventory Management
  • Capacity Planning
  • Scheduling
  • Production Control

Aumentando il livello di determinatezza all’approssimarsi dell’orizzonte temporale (da “lungo” a “breve”), aumenta la rigidità del sistema complessivo di gestione e, di conseguenza, la necessità di una gestione tempestiva dei correttivi.

In un contesto d’azienda che, eventualmente, tende a “terziarizzare”, il modulo di “gestione avanzata” della produzione si occupa, anche, di queste problematiche:

  • Tracciatura dei flussi produttivi;
  • Gestione delle eccezioni e dei correttivi;
Obiettivi

Nello specifico, i set di funzioni messi a disposizione degli operatori si rivolgono a:

  • Ridefinizione delle regole di sequenzialità dei cicli di produzione;
  • Tracciatura puntuale degli stadi di avanzamento dei processi produttivi;
  • Soluzione dell’asserto: “ho consumato la materia prima, ma non ho ancora eseguito il versamento dell’oggetto da produrre”;
  • Tracciatura puntuale degli invii materiali in conto lavorazione a fornitori terzisti;
  • Soluzione al problema delle triangolazioni di merci in conto lavorazione tra terzisti;
  • Modifica e ridefinizione della rilevazione dei costi di produzione;
  • Analisi del piano di produzione per mezzo di rappresentazione grafica a Gantt;
  • Gestione degli scarti (abbinata agli articoli intermedi), con movimentazione di un deposito;
  • Gestione della sostituzione di un centro di lavoro su un ciclo;
  • Gestione dello “spezzamento di un ciclo”, con attribuzione di quote a parte su centri diversi;
  • Gestione del conto lavoro;
MPS

Gestione del piano di produzione (MPS), con la possibilità di:

  • Definire a priori gli articoli inseribili in MPS;
  • Filtrare il piano di produzione per tipologia di MPS;
  • Definirne la data di inserimento e la data di consegna prevista;
  • Seguire lo stato di avanzamento di ciascuna riga di MPS in tempo reale;

Il piano di produzione può essere inserito manualmente, oppure generato in automatico dalle seguenti procedure:

  • Analisi del disponibile scalare;
  • Analisi del sottoscorta;
  • Analisi degli indici di rotazione;
MPR

Gestione dell’MRP (pianificazione e approvvigionamento materiali) con le seguenti caratteristiche tecniche:

  • MRP a illimitati livelli;
  • Memorizzazione di ciascuna sessione di MRP;
  • Gestione del Low Level Code;

MRP parametrizzabile secondo le seguenti preimpostazioni:

  • MRP se lanciato da MPS si limita a valutare i soli prodotti inseriti in MPS;
  • Utilizzo del lotto minimo o economico per le proposte d’ordine a fornitore o alla produzione;
  • Mantiene i legami ordini di produzione padri e figli, senza effettuare accorpamenti di fabbisogno per data;
  • MRP globale anche se proveniente da MPS;
  • MRP di verifica su singoli articoli o gruppi di articoli;

Al momento del lancio è possibile dare le seguenti impostazioni:

  • Valutazione a giacenza, a scorta minima, a punto di riordino o secondo impostazioni predefinite sul singolo articolo;
  • Monolivello o scalare;
  • Tutti i depositi o solo i depositi inclusi nel calcolo dell’MRP;
  • Possibilità di schiacciare sulla disponibilità iniziale;
  • Impegni attivi, impegni di produzione, ordini a fornitore; carichi da produzione;

Dal calcolo dell’MRP, attraverso la valutazione della lista dei fabbisogni, possiamo:

  • Consultare tutte le informazioni relative ad ogni singolo articolo;
  • Generare gli ordini di acquisto con la possibilità di valutare i fornitori alternativi all’abituale, valutarne condizioni economiche, etc;
  • Generare gli ordini di produzione suggeriti dalla procedura;
  • Emettere gli ordini di conto lavorazione;
  • Tutte le operazioni effettive eseguite sulla sessione di MRP, aggiornano la lista dell’MRP, in modo da poter garantirne da eventuali errori degli operatori;

In corredo all’MRP vengono forniti anche i seguenti tabulati:

  • Stampa del risultato dell’MRP;
  • Stampa delle proposte d’ordine a fornitore e alla produzione;
  • Analisi criticità articoli;

Certificati di colata

Il nuovo software quality cdc windows specifico per ferriere – acciaierie, gestisce in modo automatico le norme – la qualita’ – le analisi chimiche – i capitolati – le prove meccaniche ed i controlli previsti dai certificati di colata.

Disporre di un buon processo di rintracciabilità del prodotto finito, vuol dire poter contare su tutte le informazioni necessarie per poter risalire al fornitore, alle sue caratteristiche fisiche ed ai test effettuati. Identificando il prodotto finito con un numero di colata, si specificano tutti quei prodotti che hanno subito lo stesso processo di trasformazione e/o derivano da uno stesso lotto di materia prima.

Alla colata devono essere associate tutte quelle caratteristiche che contraddistinguono la colata stessa ed inoltre tutte le eventuali prove/analisi di qualità che sono state effettuate su di essa. È per questo che ad ogni colata è associato un certificato di colata, che costituisce il primo punto di rintracciabilità.

Quindi il certificato di colata riveste una funzione molto importante nella gestione della qualità del prodotto finito ed è per questo che necessita di avere un software specifico per assolvere a questa funzioneQuality CDC viene incontro a questa esigenza in modo semplice ed efficace. Quality CDC è sviluppato per Microsoft Windows 7 / Windows Server. I database supportati sono Microsoft SQL Server e MySQL.

Il programma Quality CDC adempie tutte le funzioni del Controllo Qualità:

  • Gestione delle norme, qualità e range di analisi chimiche che definiscono un capitolato di caratteristiche che devono essere rispettate dalla colata.
  • Gestione dei capitolati specifici per cliente.
  • Gestione delle colate con relativi controlli che le analisi chimiche fornite siano a norma.
  • Gestione delle prove meccaniche effettuate su una determinata colata e tipo di prodotto.
  • Gestione dei certificati di colata che riportano tutti i dati relativi a norme, qualità, analisi chimiche e prove meccaniche.
  • Controlli che tutti i valori inseriti siano sempre “a norma”, quindi che rientrino in un range di valori stabiliti dalla norma.
  • Gestione del database con selezione archivio e manutenzione tabelle.

CO.AN – Contabilità Analitica e Ribaltamenti

Permette di gestire, parallelamente alla Contabilità Ordinaria, una diversa suddivisione del Conto Economico.

Premesse

Non è competenza della Contabilità Generale sapere a chi sono andati quei materiali, o beni o servizi, e nemmeno come sono stati utilizzati.
Qui entra in gioco la Contabilità Analitica, la cui funzione “gestionale” è quella di dettagliare maggiormente quanto registrato con la Contabilità Generale, con l’indicazione della destinazione, in caso di acquisti o la provenienza, in caso di vendite.
Rilevare costi e ricavi secondo la destinazione e provenienza, rappresenta l’integrazione fondamentale della Contabilità Generale, che rileva invece solo per natura.
Oggi la tecnica di rilevazione analitica è ampiamente consolidata e strettamente interconnessa con la contabilità generale, anche a livello si sistema informativo.

Contabilità Analitica Multidimensionale: contenuti
  • Definizione di “enne” dimensioni diverse e parallele di contabilità analitica;
  • Per ogni dimensione è possibile definire un piano dei conti, fino a 6 livelli;
  • Possibilità di ripartizioni percentuali legate al sottoconto di generale o alle causali;
  • Analisi per dimensione;
  • Bilanci di generale suddivisi per dimensione;
  • Analisi comparative su due dimensioni abbinate liberamente dall’utente;

A differenza di quella ordinaria che utilizza un piano dei conti limitato ad un’unica dimensione, la Contabilità Analitica può svilupparsi su più piani dei conti, parametrizzabile da una fino ad un massimo di dodici dimensioni.
Normalmente i dati inseriti in Analitica hanno una base di partenza di tipo contabile, provengono cioè dalla gestione vendite e acquisti, oppure dai Movimenti Contabili.
Vi è naturalmente anche la possibilità di inserire movimenti completamente scollegati da queste gestioni, cioè movimenti specifici di Analitica.
Altra caratteristica di questo modulo, in relazione alla provenienza da movimenti contabili, è che ogni importo della contabilità ordinaria può venire ripartito con diversi importi di analitica.

Gestione dei ribaltamenti: contenuti
  • Possibilità di definire regole di ribaltamento parametrizzabili su criteri variabili;
  • Prerequisiti: Contabilità Analitica Multidimensionale – Operazioni Extra – Contabili;

Le funzioni del modulo consentono di creare, di fatto, dei modelli di ribaltamento che generano in automatico dei movimenti analitici che ripartiscono il saldo del centro di costo su altri centri di costo (e/o commesse).

C’è la possibilità, attraverso la generazione di movimenti extra-contabili, di stornare valori per conto contabile e dimensioni e di registrarli con dei criteri di ripartizione diversi da quelli originari.

I moduli mettono a disposizione controlli e stampe di Analitica, nonché specifiche analisi.

IFM – Bilancio Consolidato

Bilancio consolidato e problematiche dei gruppi d’aziende che hanno interesse a controllare l’attività, nei confronti dei terzi, da un punto di vista di gruppo e non azienda per azienda.

Operazioni di Consolidamento
  • Su “extra contabili” di ciascuna azienda inserimento di movimenti di rettifica di consolidamento per movimentare i conti economici;
  • Su “extra contabili” di ciascuna azienda inserimento di movimenti di eliminazione da consolidamento per elidere crediti e debiti;
  • Consolidamento saldi conti contabili patrimoniali ed economici da singola azienda a azienda capogruppo;
  • Consolidamento scritture di rettifica e di eliminazione da singola azienda azienda capogruppo;
  • Sia per aziende dello stesso database che per aziende su database esterni: unico vincolo è l’utilizzo di Target Cross;
Azienda Capogruppo
  • Integrazione mastri con movimenti provenienti dalle aziende associate (con movimenti contabili e di consolidamento);
  • Stampa brogliacci movimenti di consolidamento;
  • Bilancio consolidato;
  • Ripristino scritture negli anni successivi (chiusura conti extra contabili e riapertura);
Analisi rapporti intercompany tra le aziende associate
  • Individuare le fatture infragruppo registrate tra le varie aziende per effettuare le quadrature;
  • Controllare i conti contabili di credito-debito che interessano le varie aziende per verificarne il saldo;
  • Controllare i crediti/debiti dei clienti/fornitori infragruppo;
Girofondi e bonifici tra aziende del gruppo
  • Questa funzione ha lo scopo di automatizzare le procedure di emissione richiesta di girofondi e/o rimborso di finanziamenti infragruppo;
  • Permettere la stampa della lettera di girofondi o lettere di rimborso finanziamenti;
  • Permettere la registrazione automatica in contabilità del girofondo e del rimborso finanziamento;
  • Permettere di interrogare e ristampare tutte le richieste di girofondo e rimborso finanziamento, visualizzando l’utente che ha inserito la richiesta e se è stata effettuata la registrazione;
Generazione automatica documenti tra l’azienda emittente e la ricevente

Questa funzione ha lo scopo di trasformare un documento del ciclo attivo (ordine, ddt, fattura) emesso da una azienda del gruppo verso un’altra azienda dello stesso gruppo come documento di ciclo passivo per l’azienda ricevente.

 

Flussi finanziari consuntivi di gruppo

Questa funzione ha lo scopo di analizzare i flussi finanziari consuntivi del gruppo per individuare come il gruppo ha gestito il proprio denari un un determinato periodo.

 

Situazione banche di gruppo

Questa funzionalità ha lo scopo di analizzare la situazione dei conti finanziari del gruppo.

Per ciascuna azienda del gruppo e per ciascuna tipologia di conto finanziario vengono analizzati:

  • l’importo degli affidamenti;
  • il saldo;
  • la disponibilità di ciascuna azienda del gruppo;
Analisi crediti e debiti di gruppo

L’obiettivo è quello di consentire un’analisi dello scadenziario passivo fornitori e attivo per aziende diverse ma appartenenti ad un unico gruppo.

 

Prelievi di cassa

Questa funzione ha lo scopo di automatizzare le procedure di richiesta contanti all’ufficio cassa dell’azienda:

  • Stampa della richiesta di contante;
  • Stampa della comunicazione di reso;
  • Stampa della richiesta di integrazione;
  • Registrazione automatica in contabilità dell’uscita di cassa;
  • Interrogazione e stampa dei prelievi effettuati con indicazione dell’utente che l’ha effettuato e dell’utente che ha effettuato la registrazione in contabilità generale;
  • Possibilità di interrogare le scadenze legate al prelievo cassa in caso di prelievo per pagamento fornitore;

QCROSS – Gestione Qualità

Il modulo QCross concentra le proprie funzionalità sugli aspetti di scambio di componenti e merci da e verso il mercato, e su quanto a questo correlato.

Gestione delle “non conformità”

Sviluppato con la logica dei documenti di Target Cross permette la gestione delle non conformità fornitore, di produzione e cliente (schede reclamo).
La numerazione delle non conformità avviene mediante serie impostata dall’utente.
Tramite un’apposita tabella è possibile definire gli enti e gli utenti ed i rispettivi utenti e impostare i permessi relativi all’inserimento / modifica dei dati.

Per meglio venir incontro alle necessità dei vari utenti alle non conformità è stata aggiunta:
• La gestione dei campi custom (diversi per non conformità fornitore, di produzione e cliente);
• La gestione dei file allegati (ad ogni non conformità è possibile allegare n file di diverso tipo)

Logica di funzionamento non conformità FORNITORE


Una volta generata una non conformità fornitore è possibile generare il relativo ‘ordine di collaudo’ inMicrosoft Word® utilizzando un modello preimpostato.

Logica di funzionamento non conformità CLIENTE

Notifica delle non conformità

Mediante un’apposita finestra ogni utente può verificare:
• le non conformità aperte per il proprio ente di appartenenza;
• le non conformità distribuite al proprio ente di appartenenza;
• le non conformità che richiedono l’esecuzione di un’azione correttiva da parte dell’utente.

Direttamente dalla maschera ‘Situazione non conformità l’utente può indicare quali azioni correttive sono state eseguite ed il sistema andrà ad aggiornare automaticamente le non conformità relative.

 

Accettazione merce

Dopo aver associato ad ogni articolo la relativa famiglia di controllo (l’insieme dei controlli da effettuare sull’articolo), è possibile procedere a verificare la conformità del materiale in ingresso.
La rilevazione dei dati viene effettuata mediante un’apposita finestra in cui l’utente può visualizzare i DDT con righe in attesa di verifica ed effettuare le rilevazioni.
Nella finestra delle famiglie di controllo sono inserite le caratteristiche da controllare in fase di accettazione merce.
Per ogni famiglia di controllo è possibile inserire n caratteristiche e ogni famiglia di controllo è associabile ad n articoli.

Per ogni riga DDT ancora da campionare l’utente può visualizzare le caratteristiche da rilevare ed eseguire le azioni richieste.

 

Gestione del magazzino di accettazione

Opzionalmente è possibile gestire un magazzino di accettazione per la merce non ancora campionata.
All’atto del caricamento del DDT fornitore gli articoli sottoposti a controllo qualità (flag in anagrafica articoli) vengono caricati su un magazzino accettazione (definito a livello di parametri).
Una volta effettuati i controlli e verificato che il materiale risulta conforme il sistema genera automaticamente un movimento di magazzino per trasferire il materiale nel magazzino di carico. Nel caso in cui i controlli non dovessero fornire esito positivo e la merce dovesse risultare non conforme verrà data facoltà all’utente se trasferire o meno la merce nel magazzino di carico.

 

Ritardi fornitore / cliente

Durante l’evasione degli ordini fornitore / cliente è possibile verificare automaticamente i ritardi nelle consegne.
Un prospetto mostrerà, all’utente incaricato alla verifica, le righe DDT con consegne in ritardo e sarà compito dell’operatore decidere se generare o meno le non conformità relative.

 

Manutenzione macchine

Sviluppato per consentire la schedulazione delle operazioni di manutenzione delle macchine e la registrazione degli interventi effettuati sulle stesse, il modulo è sviluppato su libreria esterna secondo lo standard di Target Cross.
Il modulo prevede la possibilità di gestire:
• Le gamme di controllo legate alle macchine (le operazioni da eseguire con una certa periodicità);
• Gli interventi preventivi (secondo le gamme di controllo e/o le operazioni legate alla macchina);
• Gli interventi straordinari;
• Lo scarico da magazzino degli articoli necessari alle manutenzioni (sia preventive che straordinarie);
• Un promemoria per le manutenzioni scadute / in scadenza;
• La gestione degli strumenti di misura.

 

Gamme di controllo

All’interno di ogni gamma di controllo è possibile inserire le n operazioni che dovranno essere eseguite periodicamente. Per ogni operazione è possibile specificare l’operatore addetto (sia interno che esterno) e la frequenza con la quale eseguire l’operazione (è possibile inserire anche operazioni a giorno fisso).
Ogni gamma di controllo può essere associata ad n macchine.
Nel caso di modifica di una gamma di controllo è possibile storicizzare la versione della gamma in modo da poter tener traccia dei vari cambiamenti effettuati nel tempo.

 

Macchine

L’anagrafica macchine di Target Cross è stata ampliata con le seguenti informazioni:
• stato della macchine (in produzione, in revisione, …);
• dati del fornitore e dell’entrata in produzione delle macchine;
• gamma di controllo associata alla macchina e relative operazioni da eseguire.

Ad ogni macchina è possibile associare la gamma di controllo desiderata e procedere poi all’aggiunta / modifica delle singole operazioni.
Mediante un’apposita finestra è possibile visualizzare tutti gli interventi (sia preventivi che straordinari) eseguiti sulla macchina.
Nella finestra vengono mostrati i dettagli dei singoli interventi (compresi gli articoli utilizzati per la manutenzione) ed è possibile visualizzare immediatamente l’intervento selezionato.

 

Interventi preventivi / straordinari

A seguito della generazione di un piano di manutenzione, è possibile registrare tutti gli interventi preventivi eseguiti su una determinata macchina.
Ad ogni singola operazione eseguita è possibile associare gli n articoli utilizzati come ricambio.

Il sistema provvederà automaticamente a creare i movimenti di magazzino necessari a scaricare gli articoli utilizzati.

Simile alla gestione degli interventi preventivi è stata sviluppata quella degli interventi straordinari.
Differenza fondamentale tra le due gestioni è l’inserimento delle operazioni eseguite.

A livello di intervento preventivo è possibile solo eseguire le operazioni indicate dal piano di manutenzione della macchina mentre per le manutenzioni straordinarie è possibile associare qualunque tipo di operazione presente nell’archivio.

 

Controllo operazioni

Per poter monitorare le manutenzioni in scadenza / scadute è stato generato un utile promemoria che visualizza le operazioni da eseguire sulle macchine.

 

Strumenti di misura

Simile alla gestione delle macchine è stata realizzata la sezione relativa alla manutenzione degli strumenti di misura.
E possibile tener traccia delle seguenti informazioni:
• scadenza dello strumento;
• controlli effettuati sullo strumento;
• stato dello strumento;
• posizione in cui si trova lo strumento.

 

Analisi dei dati

Mediante l’interfaccia di analisi è possibile analizzare i dati inseriti relativi a:
• classifica fornitori (in base alla quantità o alla percentuale di non conformità);
• numero di non conformità nel periodo;
• rapporto tra merce consegnata e merce non conforme;
• ritardi nelle consegne del materiale;
• analisi delle non conformità (causa, difetto, …).

 

 

 

Agents

Per l’azienda che desidera dotare la propria forza vendita di uno strumento, perfettamente integrato con Target Cross, per la gestione degli Ordini e delle anagrafiche dei propri clienti.

Campo d’applicazione setup tabelle

Attraverso il setup delle tabelle, Target Agents consente di definire gli Agenti abilitati all’uso delle sue funzioni, anche in uno scenario multi aziendale, di indicare l’utente di Target Cross che avrà la responsabilità dell’approvazione dei documenti e delle nuove anagrafiche clienti legate all’agente.

È sempre possibile visualizzare la data e ora dell’ultima sincronizzazione intercorsa tra Target Agents e Target Cross, relativamente al singolo Agente/Azienda.

È possibile definire il codice listino che sarà attribuito alle nuove anagrafiche Cliente, create dall’agente su Agents, così come indicare l’elenco delle categorie merceologiche alle quali potrà accedere l’agente durante l’inserimento delle righe documento su Target Agents, sino, eventualmente, a definire uno specifico elenco Articoli che, pur appartenendo ad una delle categorie merceologiche ammesse, non saranno gestibili dall’agente durante l’inserimento delle righe d’ordine.

In una tabella si definiscono, a livello generale, i codici delle condizioni di pagamento che sono gestibili dagli Agenti su Target Agents, per la creazione di nuove Anagrafiche Clienti o per l’emissione di nuovi documenti.

Sono tabellabili i codici di errore con i quali la procedura, durante le varie fasi di processo degli ordini (proposte d’ordini), dovrà determinare eventuali blocchi.

I controlli potranno avvenire, secondo impostazione, o direttamente in fase di inserimento ordine su Target Agents, o durante la fase di sincronizzazione ordini Agents/Server.

Nella finestra “Approvazione Clienti” vengono mostrate le anagrafiche relative a nuovi clienti, provenienti da Agents oppure inserite direttamente in Target ma non ancora approvate.

Nella finestra “Controllo ordini” vengono mostrate tutte le proposte d’ordine, purché legate ad agenti abilitati all’uso di Agents, per le quali si siano verificati dei blocchi in fase di sincronizzazione da Agents oppure in seguito al “Check Docs”.

È possibile filtrare la lista delle proposte d’ordine definendo un responsabile interno.

 

Interfaccia Agenti

La finestra “Home Page”, che compare automaticamente al login Agents, è composta da 4 sezioni che mostrano alcuni dati statistici filtrati in base all’agente/utente di Target.

Sez. 1 – Fatturato globale: mostra il fatturato dell’anno corrente per l’Azienda e Categoria Merceologica, riferito all’utente di login di Agents, in base al collegamento Agente/Azienda.

Sez. 2 – Scadenze: mostra l’elenco delle scadenze aperte legate ai clienti dell’Agente/Azienda, collegati all’utente di login di Agents.

Sez. 3 – Scadenze/Insoluti: mostra l’elenco delle scadenze aperte legate ai clienti dell’Agente/Azienda collegati all’utente di login di Agents, generate in Target Cross nel periodo intercorso tra la penultima e l’ultima data di sincronizzazione tra Target ed Agents.

Sez. 4 – Ordini non spediti alla sede: mostra l’elenco degli ordini inseriti ma non ancora sincronizzati alla sede.

Esistono poi funzioni di Stampa Ordini e di Ricerca Ordini, per singolo documento o massivi.

Fondamentalmente è la procedura di inserimento di una nuova anagrafica, con estrema autonomia da parte dell’Agente, se non per i campi che definiscono la valorizzazione dei successivi ordini.

Agents è sviluppato interamente in Omnis Studio 5.0.

L’integrazione di Agents con il sistema ERP Target Cross garantisce il mantenimento dello standard di Target Cross, non apportando alcuna modifica a metodi o proprietà delle classi standard dello stesso.

Tesoreria

Modulo di Target Cross Tesoreria per la gestione ed il controllo dei flussi finanziari, dei rapporti con gli Istituti di Credito e per la generazione dei rendiconti aziendali.

Il prodotto
  • Gestione condizioni banca, tassi attivi e passivi, condizioni e spese;
  • Controllo estratto conto banca per data valuta e calcolo indicativo dei numeri banca e interessi;
  • Spunta movimenti banca, spunta con acquisizione tracciato da home banking;
  • Calcolo indicativo dei numeri banca e interessi;
  • Flussi di cassa (analisi di liquidità) con la possibilità di gestire impegni finanziari di natura extra-contabile nello scadenziario (incassi e pagamenti) e previsionali da ordini del ciclo attivo e passivo.
Stampa riassuntivo scadenze per castelletto

Questo programma elabora tutte le scadenze con il flag ‘SBF’ attivo presentate sul conto selezionato.

 

Stampa Cash Flow – Contabiità Tesoreria

Questa stampa fornische un prospetto di liquidità generale o per conto finanziario.

L’interrogazione per conto finanziario, perché sia significativa, deve prevedere una gestione delle anagrafiche clienti e fornitori con l’indicazione della ‘banca azienda’ il più possibile definita (canalizzazione dei crediti e debiti)

Per prima cosa è necessario selezionare il range di date che si vuole analizzare e il tipo di incremento che si desidera visualizzare nel risultato sinottico.

Il check R.B. nel mese corrente, attualmente non è implementato, mentre è possibile digitare un importo per segnalare l’evidenza limite a, che ci consente di evidenziare in rosso le righe con importi minori di quello digitato.

La selezione dei check box Impegni attivi e/o Impegni passivi, consentono di analizzare ed evidenziare anche il cash flow per impegni attivi/passivi assunti ma non ancora manifestatasi.

 

Stampa movimenti per valuta

Questa stampa fornisce una stampa del mastro dare-avere dei conti banca indicando la data di valuta digitata sul movimento. Questo dovrebbe agevolare il controllo(per ora manuale) dell’estratto conto mensile e/o trimestrale della banca.

 

Stampa riassuntivo a scalare

Questa stampa, partendo dalle date di valuta presenti sui singoli movimenti contabili, fornisce un prospetto a scalare della scheda banca calcolando i numeri bancari ai fini del calcolo degli interessi.

 

Aeging (Anzianità del Credito/Debito)

Dalla scadenze elencate nella lista scadenziario attivo e passivo (pertanto sfruttando tutti i filtri presenti) è possibile estrarre l’aeging (anzianità del credito/debito) di ciascun cliente/fornitore.

 

Interrogazione Clienti/Fornitori

Pagamenti a fornitore e riscossione da clienti: L’obiettivo è quello di consentire un’analisi dello scadenziario passivo fornitori e attivo clienti.

Viene proposta una interrogazione scadenze clienti e fornitori con  possibilità di visualizzare in una unica finestra le scadenze di tutte le aziende (in presenza di licenza di consolidato T4-IFM) con il dettaglio di tutti i campi e con possibilità di filtrare per:

  • data scadenza,
  • data registrazione contabile,
  • tipo scadenza (con doppio click è possibile selezionare contemporaneamente più di un tipo di scadenza)
  • cliente/fornitore,
  • banca presentazione,
  • categoria contabile cliente fornitore,
  • azienda,
  • tipo documento di incasso/pagamento,
  • solo scadenze aperte o tutte.
  • Solo scadenza bloccate, solo scadenze non bloccate o tutte (per fornitori)

E’ altresì possibile visualizzare le scadenze in relazione al fatto che:

  • siano stati generati gli effetti o meno
  • siano stati presentati in banca o meno

Manutek

Assistenza, manutenzioni, interventi tecnici, call center: Manutek è il software per la gestione di tutte le attività post-vendita, legate ai contratti di manutenzione oppure on-demand.

L’integrazione totale con il CRM e l’ERP rendono Manutek uno strumento potente e funzionale, rivolto alla soddisfazione del Cliente e alla riduzione dei costi di gestione della manutenzione.

Caratteristiche

Gestione dei contratti

  • Generazione automatica del documento di proposta di contratto o direttamente del contratto, a partire dall’ordine di vendita, dal documento di consegna, dalla fattura etc;
  • Gestione assistita delle scadenze di fatturazione dei contratti;
  • Definizione tecnica del contratto (prodotti in contratto, serial number, contratti con ore a plafond o a interventi programmati atc);
  • Definizione amministrativa del contratto (durata, periodicità di fatturazione, costo, pagamento etc);
  • Rinnovo automatico dei contratti con adeguamenti ISTAT;

Gestione richieste di assistenza

  • Gestione Call Center con tracciatura richieste assistenza (ticket);
  • Gestione integrata invio notifiche (Email, Fax, SMS);
  • Individuazione rapida del prodotto in assistenza, con verifica di eventuale presenza di garanzie;
  • Gestione integrata Matricole;
  • Generazione automatica offerte o ordini da richiesta di assistenza;
  • Gestione priorità in funzione del tipo di richiesta e/o del tipo di contratto di manutenzione;
  • Definizione delle risorse per l’effettuazione dell’intervento (risorse umane interne, collaboratori esterni, materiali, strumenti etc);

Gestione degli interventi

  • Pianificazione interventi programmati, ripetitivi e straordinari;
  • Gestione planning tecnici e/o aziendale interattivo;
  • Interventi in remoto e on-site;
  • Generazione rapportino di intervento per compilazione manuale;
  • Inserimento del rapportino di intervento, con definizione ore di intervento, ore da fatturare, costi di trasferta, materiale utilizzato etc;
  • Rientro materiale difettoso per sostituzione o per riparazione, con o senza garanzia;
  • Gestione interventi terzisti;
  • Monitor interventi pianificati/eseguiti;

Fatturazione

  • Fatturazione automatica contratti;
  • Fatturazione interventi con applicazione di costi fissi e variabili (diritti di chiamata, diarie);
  • Gestione nota di spese dipendenti e/o collaboratori;
  • Gestione degli automezzi;

Analisi e Controllo

  • Ogni intervento di manutenzione ordinaria e straordinaria, su contratto o spot contiene una dettagliata valorizzazione dei costi sostenuti (costo orario personale, costi trasferta, costi accessori etc) per arrivare alla determinazione del margine sul singolo intervento, sul contratto, sul cliente, sul singolo tecnico;
  • Integrazione con Target Intelligence per l’analisi Multidimensionale delle informazioni in formato tabellare o grafico;

Warehouse

TargetWarehouse, la logistica per competere: sistema avanzato di gestione dei magazzini fisici, anche in modalità tridimensionale.

 

Caratteristiche Principali

TargetWarehouse è un prodotto di gestione operativa di tutte le attività svolte in magazzino con ampio livello di copertura in tutti quei casi in cui sia necessario:

  • Pianificare le spedizioni per linee di traffico;
  • Ottimizzare il prelievo nelle ubicazioni con modalità pluricliente;
  • Comporre e spedire in area di kitting;
  • Emettere documenti dopo il ciclo operativo;
  • Definire agevolmente una mappa di magazzino;

Il sistema prevede di gestire:

  • Più magazzini, indipendentemente dalla tipologia di materiale trattato;
  • Più società con relative divisioni;
Analisi in tempo reale

Possibilità di:

  • Verificare la saturazione del magazzino;
  • Verificare la locazione dei prodotti secondo le classi di movimentazione ABC associate;
  • Rintracciare i prodotti, anche per categoria, nello spazio virtuale del magazzino;
  • Controllare i tempi di movimentazione dei prodotti;
TargetWarehouse 3D

Costituisce il modulo di visualizzazione dei moduli a magazzino in modalità virtuale 3D.

 

Sistema di Navigazione

Il sofisticato sistema di virtualizzazione 3D permette anche la navigabilità all’interno del magazzino dove è possibile rintracciare od interrogare i prodotti direttamente dall’ubicazione occupata.

Le funzioni di analisi sono di tipo “attivo”, permettendo di verificare in 3D la situazione del prodotto stoccato, con, ad esempio, proposta di compattazione per ottimizzare la saturazione.

 

Impiego Dispositivi Wireless

TargetWarehouse utilizza sistemi “wireless” per governare ed agevolare i processi di magazzino.

I dispositivi utilizzati dagli operatori durante le varie attività di magazzino (PDS, terminali veicolari, terminali portatili industriali etc) utilizzano ormai le più moderne tecnologie RF (Radio Frequency).

La novità introdotta in Target Warehouse è l’aver esportato il paradigma web anche nel colloquio con i dispositivi mobile, verso i quali vengono inviate pagine HTML standard.

  • Multilingua;
  • Visualizzazione 3D;
  • Classi ABC di stoccaggio e movimentazione;
  • Suddivisione magazzino fra ubicazioni di picking e stock;
  • Analisi del livello di saturazione;
  • Ricerca prodotto 3D;
  • Statistiche interattive d’analisi;
  • Multipiattaforma e multidatabase;
  • Easy customizing;
  • Facile integrazione on sistemi preesistenti;
  • Impiego di tecnologia WEB;
  • Radio Frequency gestita in modo innovativo con tecnologia WEB;
  • Start up rapido;

Automazione lettori portatili codici a barre Wifi

Automazione delle procedure di magazzino per i seguenti scopi:

  • Razionalizzare e standardizzare le attività di magazzino;
  • Tenere sotto controllo i dati e i processi, in particolare a livello di magazzino;
  • Velocizzare e ottimizzare i tempi di lavoro;
  • Diminuire le possibilità di errore;
  • Integrare tutti i dati necessari all’interno di un unico sistema gestionale;
  • Poter eseguire statistiche e analisi dettagliate sulla situazione di magazzino;

In generale le procedure tramite terminalino sono divise in due parti:

  • Programmi eseguiti dal terminalino, in genere lettori di codici a barre wi-fi;
  • Programmi eseguiti da PC

Alcune tipologie di aziende in cui l’uso dei lettori portatili ha portato vantaggi:

  • Azienda di assemblaggio di articoli a catalogo e personalizzati

Questa realtà è caratterizzata da una particolare complessità e variabilità delle distinte basi, accentuata dalla crescente esigenza di personalizzazione richiesta dal cliente.

In particolare sono critici i processi di rettifiche di magazzino e movimentazioni di acquisto e conto lavoro. Pertanto l’automazione del magazzino tramite lettori di codici a barre ha permesso di migliorare tali procedure.

  • Azienda di produzione per processo di fusione

In questa realtà sono critiche le fasi di preparazione della merce in consegna e l’emissione della documentazione di certificazione, essendo l’ottimizzazione delle consegne un fattore determinante.

In particolare l’automazione del magazzino tramite lettori di codici a barre ha permesso di velocizzare le procedure di creazione delle distinte di spedizione e di gestione dei certificati di qualità.

  • Azienda di lavorazioni meccaniche di precisione

In questa realtà è fondamentale poter tenere sotto controllo la qualità dei pezzi lavorati e mantenere la tracciabilità, essendo la qualità fornita al cliente un fattore competitivo fondamentale.

Pertanto è necessario anticipare quanto più possibile la rilevazione delle non conformità in modo da adottare tempestivamente adeguate azioni correttive. Inoltre è necessario rilevare in modo rapido le movimentazioni delle singole unità di magazzino.

In particolare l’automazione del magazzino tramite lettori di codice a barre ha permesso di gestire in modo ottimale il controllo qualità e i prelievi di produzione.

Paperless

Archiviazione documentale per Target Cross (in ambiente Windows e Mac)

I vantaggi di un modulo “nativo” e gli aspetti generali

Paperless è un sistema di gestione e distribuzione documentale integrato con Target Cross che porta efficienza senza stravolgere le procedure aziendali, grazie alle sue funzioni di acquisizione da scanner o da filesystem, permettendo all’azienda di distribuire l’intero patrimonio documentale senza doverlo riscrivere.

Archiviazione automatica di tutti i documenti generati dalla soluzione ERP, attivabile direttamente in fase di stampa oppure in un qualunque altro momento del processo di produzione del documento.

Archiviazione manuale di tutti i tipi di documenti in formato elettronico (CAD, Excel, Word) che possono essere archiviati attraverso l’attivazione di una semplice funzionalità di upload del documento.

Archiviazione di tutti i documenti analogici (fatture passive, contratti etc) previa digitalizzazione attraverso scanner sia con processi manuali che automatici tramite codice a barre.

 

Principali Funzionalità
  • Acquisizione documenti da scanner e/o filesystem;
  • Acquisizione massiva documenti con etichettatura a codice a barre;
  • Collegamento dei documenti acquisiti ad ogni elemento dell’ERP Target Cross;
  • Propagazione degli indici di connessione programmabile con formule;
  • Gestione di “regole” di controllo (obbligatorietà di archiviazione…);
  • Organizzazione dei documenti in “faldoni informatici”;
  • Visualizzazione dei documenti contestualizzati agli “elementi” del sistema Target Cross;
  • Utilizzo di database indipendente dal sistema gestionale;
  • Programmabile e personalizzabile;
  • Generazione dei documenti in formato PDF/A;
  • Ricerche Full-Text sui documenti acquisiti;

Gestione rifiuti

Specializzato: nato sul campo da un’esperienza ventennale;

Veloce: controlli autorizzativi automatici in fase di emissione o registrazione dei documenti;

Per tutti: produttori, trasportatori, smaltitori, recuperatori, intermediari, consulenti ed associazioni;

ECO-BLITZ è il software che consente di gestire in modo integrato la totalità delle attività connesse ai rifiuti, così come previsto dal D.Lgs. 152 del 03 aprile 2006 e s.m.i.. Si rivolge, pertanto, a produttori, trasportatori, impianti di smaltimento e/o trattamento, nonché ad intermediari.

Integrabile facilmente con qualunque gestionale già in uso, ECO BLITZ consente un’iterazione snella e funzionale dell’area rifiuti con ciclo attivo e passivo già esistenti in azienda. I processi di emissione e gestione dei formulari sono personalizzabili per mezzo dell’utilizzo di appositi script.

Grazie ad un collaudato sistema di tracciabilità, ECO-BLITZ consente la ricostruzione immediata del percorso effettuato da un qualunque rifiuto, dal suo ingresso in azienda fino alla consegna all’impianto di destinazione finale.

ECO-BLITZ può essere utilizzato sia in ambiente desktop che su tablet, grazie alla tecnologia javascript.

Ambiente di sviluppo: Omnis Studio ver.  5.2.3

Database: sql server, dalla versione 2008 alla versione 2014

Sistema operativo: Win 7 e successivi

 

Funzionalità
  • Anagrafica produttori, trasportatori, impianti, intermediari e gestione delle relative autorizzazioni;
  • Anagrafica CER;
  • Anagrafica codici ONU;
  • Anagrafica classi ADR;
  • Trattamenti dei rifiuti e relative lavorazioni;
  • Gestione Isole Ecologiche/Centri di Raccolta e relativi carichi compensativi;
  • Stampa Registri e di Carico e Scarico;
  • Emissione e Revisione Formulari con Barcode;
  • M.U.D. – Modello Unico di Dichiarazione;
  • Comunicazione ORSO;
  • Giacenza Rifiuti;
  • Statistiche Rifiuti;
  • Verifica delle quantità in stoccaggio/trattamento;
  • Verifica delle tempistiche di stoccaggio;
  • Stampa della Lettera di Accompagnamento dei Formulari;
  • Accettazione carichi di Impianto, possibilità di inserire fotografie e annotazioni legate direttamente al FIR;
  • Gestione automatica delle Annotazioni su Formulari;
  • Accesso web ai propri documenti per gli interlocutori autorizzati;

Se collegato ad un gestionale compatibile:

  • Gestione analitica dei costi;
  • Integrazione con il ciclo attivo e passivo;
  • Gestione delle schede tecniche;
  • Emissione e registrazione Formulari da scheda tecnica;
  • Allarmi configurabili;

Stai valutando un nuovo ERP gestionale per la tua azienda?

Il nostro Team è pronto per consigliarti e offrirti la scelta migliore per il tuo Business